giovedì 29 marzo 2007

Dolce & Spartana

by Unknown
Image Hosted by ImageShack.us

Il film è bello, ha un bel ritmo, protagonisti credibili (a parte Efialte-sloth... hanno speso fior di quattrini per fare tutto il film e poi stai stretto sugli effetti speciali del mostriciattolo? potevano fare qualcosa di meglio... fintissimo).

Ma ecco un po' di commenti a caldo subito dopo la visione di 300.

a. Note a favore
1. Bellissima fotografia (alcune inquadrature sembrano veri e propri dipinti).

2. Bellissima la storia (ma Frank Miller è una bella garanzia).

3. Bellissima la regina (sì, sì, non è un refuso, non volevo dire regia, ma proprio regina).

4. Bellissime le sopracciglia di Serse.


b. Note a sfavore
1. L'uso di sfondi in alcuni casi non paga (come la luna di sfondo sul monte dei mostribbrutti).

2. La musica pseudo-celtica con la cantante di turno che fa vocalizzi mi ha sinceramente rotto le palle dai tempi del gladiatore.

3. Nelle scene degli scontri in cui la fanno da padrone le riprese frenetiche e con inquadrature vicinissime non si capisce una madonna. Ok che Salvate il Soldato Ryan e Il Signore degli Anelli hanno tracciato la tendenza, ma qui si esagera.

4. Era dai tempi della Principessa Leila di Otttavia Piccolo che non sentivo un personaggio doppiato male come la Regina. Ad esclusione della Bellucci che doppia se stessa, ovviamente.

5. Anche la voce di Serse non scherza (Ma anche nell'originale era così grossa!).


c. Note a margine
1. Le Spartane sono tutte fighe.

2. Il 95% degli spartani è composto da uomini muscolosissimi che sembrano usciti da una pubblicità di Dolce&Gabbana.

3. Il restante 5% è equamente suddiviso in bambini e anziani con barbe improponibili (gli anziani, ovviamente, i bimbi sono imberbi e hanno una coppa perfettamente scalata).

4. E... sì. L'attore che impersona Serse è lo stesso che fa lo pseudo messicano inutile e stracciaminchia nella seconda e terza serie di Lost.

Seguiranno commenti più a mente fredda, e sicuramente (grosse aspettative addossate al mio collega Ca.Ma.) una recensione più elaborata e approfondita di questa.

7 commenti:

Carlo Manara ha detto...

Comincio io velocemente con un solo dettaglio:

tutta la storia della regina (a parte il 'torna col tuo scudo o sopra di esso') se la sono inventata. Nel fumetto non c'era nulla.

A pranzo il resto dei commenti.

Nick ha detto...

Tutto giusto, un unico appunto:

"2. Bellissima la storia (ma Frank Miller è una bella garanzia)."

Frank Miller? Intatti tutti i suoi meriti, qui è la STORIA che è bellissima. Cioè, se fai un film, un libro o un fumetto partendo da un' idea originale tanto di cappella..ma in questo caso la trama c'era già tutta, si possono caratterizzare i personaggi come si vuole, prendersi delle libertà più o meno ardite, ma il fatto, quello che sostiene tutto il film è già lì..e il buon Frankie centra pochino!

Unknown ha detto...

Ok. L'episodio storico è in sè eclatante. Ma la differenza secondo me qui la fa il narratore: mi appassiono di più a leggere la storia delle termopili su wikipedia o a leggere o a vedere 300? E' il pathos che è diverso. E il pathos maggiore è merito esclusivo di come la storia viene narrata, e del suo narratore. ;-)

Per fare un esempio: pensa alla differenza tra i servizi di Guida al Campionato e quelli di Sfide...

Secondo me i meriti di Frank Miller ci sono, eccome :-)

Kecco ha detto...

dopo aver sentito il diaColo tra LeoniTO e SersA postato da P!o, per l'ennesima volta provo tristezza e rabbia nel pensare a come hanno doppiato il film...nun c'è 'n cazzo da fà...aboliamo i doppiatori e mettiamo 'sti cazzi di sottotitoli!!!
non possiamo apprezzare o denigrare un personaggio solo per le sue facce ed espressioni (che cmq sono gran parte dell'arte)...il tono di voce, le pause, i respiri sono comunque importantissimi e per quanto le "nostre" voci tentino di rifare o a volte interpretare i risultati sono al 95% ridicoli...

cosa si può fare? fondiamo un movimento?

F


ps a me è piaciuto. non ho letto il fumetto, ma l'atmosfera di scena mi ha garbato parecchio

Carlo Manara ha detto...

Vado anch'io per punti:

- Mi associo ai dubbi sulle riprese 'esterne' con grosse parti di computer grafica e forse un pò troppo di ricostruito in cartone. I campi di grano con i sentieroni mi sembravano un inno alla barilla e una citazione del gladiatore.

- Spartani palestrati. Eccessivi. Sono andato subito a rivedermi i bronzi di riace per avere un minimo parallelo storico. Ok scolpiti ma c'è un limite al gonfiore.

- Nel fumetto come dicevo c'è meno politica è più senso della battaglia. Visto che forse la parte politicamente più interessante sarebbe stata il rapporto con atene, se propio si doveva aggiungere qualcosa si poteva mettere qualcosa di quello (ma qui lascio la parola a Pupis)

- Anche i Serse's Freak in alcuni casi mi sno sembrati un pò eccessivi. Ma riportava il tutto in dimensione più fumettistica.

Posso dire che il film mi è piaciuto, è molto fumettoso come piace a me. Propio per questo ho forse apprezzato più la forma che il contenuto. E mi associo con Kekko per il PartitoDeiSottotioli. Se riusciamo l'anno prossimo al cineforum volevamo mettere qualche film sottotitolato...vedrem...

Unknown ha detto...

Spezzo una lancia anch'io in favore dei sottotitoli. L'unico limite sarebbe il posizionamento degli stessi.

Vanno benissimo in televisione, dato che la visione periferica ti permette di leggere e vedere le facce praticamente nello stesso posto, ma in sale come quella in cui abbiamo visto noi il film se devo incollare lo sguardo nell'ultimo mezzo metro di uno schermo largo 25 e alto 10, qualcosa me la perdo...

La soluzione ideale sarebbe di farli "flottare" sotto le facce di chi pronuncia la frase, ma sai che lavoraccio posizionarli...

Carlo Manara ha detto...

Segnalo
http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp?codice=48242&completa=si
sito sempre piuttosto buono per reperire informazioni e recensioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...