lunedì 17 settembre 2007

Il gioco più bello del mondo

by Unknown
Image Hosted by ImageShack.us

Ogni volta che vedo una partita di pallavolo come quella di ieri sera mi stupisco di quanto questo sport sia straordinario*. Per la cronaca era la finale dei campionati europei, ed è stata vinta dalla Spagna contro la Russia, al tie-break (parziali SPA:RUS = 25:18 20:25 24:26 30:18 16:14)

I campionati si svolgevano proprio in Russia, e, complici alcune chiamate degli arbitri a favore dei russi, il clima era paragonabile all'incontro tra Ivan Drago e Rocky Balboa.

Alla fine l'ha spuntata la Spagna (che è allenata da Nano Anastasi), e in pratica Davide ha sconfitto di nuovo lo stronzo Golia.

I singoli della Russia sono impressionanti: Poltavskiy, l'opposto russo, ha un braccio da fabbro, anche se la finale è stata l'unica partita dell'europeo che ha scazzato... sempre che 19 punti possano significare scazzare una partita... Il palleggiatore, Khamuttskikh, ha una faccia da installatore di condizionatori, eppure ha due mani e un'intelligenza che rasentano il Genio**, alla faccia di Lombroso e delle sue teorie.

La squadra della Spagna invece è una Squadra.
Senza singoli con la presunzione di gestire tutte le palle decisive (come Poltavskiy): una bella squadra operaia e umile che ha dimostrato ancora una volta che la potenza è nulla senza il controllo.
E poi ha Rafa Pascual, un "vecchietto" della pallavolo, un gentiluomo che finalmente ha colto un alloro importante a livello di nazionali. Nel tie-break è stato determinante in ricezione, e pensare che gioca in A-2.

Non c'è alcun dubbio: I love this game!

*Nonostante le regole introdotte da Acosta, ovviamente: "Oh, da oggi puoi prenderla con ogni parte del corpo, anche intenzionalmente"; "Ah! dimenticavo: non c'è più il cambio palla"; "Mettiamo pure un giocatore che si chiama libero e che non può mai attaccare"... ma perché non prestano Acosta alla F1!? Così magari ci si diverte un po' anche lì. Già me lo vedo: "Ok, allora rendiamo divertente la F1: prima di ogni GP sorteggiamo uno dei team, che per quel GP correrà in contromano! Champagne!")

**Ho sempre avuto un debole per i palleggiatori (Giacomo non ti preoccupare, non in quel senso...): un po' per il tocco di palla (ancora, NON in quel senso!), un po' perché tutti i palleggiatori con cui ho giocato - sarà forse una coincidenza - erano la componente "seria" della squadra, com'è giusto che sia**

***A fare casino di solito ci pensano gli opposti ;-)


1 commento:

Giacomo Brunoro ha detto...

beh c'è poco da fare, il palleggiatore russo era veramente geniale... ce l'avessimo avuto noi invece di quel morto in campo di vermiglio (non l'ho mai potuto sopportare...)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...