lunedì 7 giugno 2010

Cronache di viaggio - Istanbul #1

by Carlo Manara
Reportaggio di avvenimenti sparsi da quel di Istanbul in attesa del reportaggio dei fatti Parigini della famiglia Bellini.

Il turista di passaggio nella odierna Costantinopoli viene fatto bersaglio, a sentir le guide, di fastidiose influenze gastriche.
Essendo io particolarmente 'avanti', mi trovai nella opposta situazione, e, al terzo giorno di stipsi, decisi di varcar la soglia di un'Eczane (la loro farmacia).

Il mio inglese maccheronico, accompagnato da mimi da avanspettacolo indussero per prima la mia signora a un pronto disconoscimento e poi i commessi a indicarmi una turca (non loro parente, ma toilette per gente che non ama leggere*) pensando dovessi produrre li una gran quantità di ... cacca.

Ok. L'ho detto. A questo punto il tono del post può solo migliorare (forse).

La situazione era all'empasse è richiedeva per la risoluzione un'acuta ideona:
Guarda c'è una penna e dei foglietti! Adesso vi spiego io!




Ecco più o meno il risultato.
Grandi sorrisi, grande confezione di lassativo, bravi tutti, Ludovica mi indica ad un passante dicendo orgogliosa : 'è mio marito'.

Chiaramente una volta in albergo scopro che il bugiardino è in turco e la posologia me la devo inventae...

curiosi di sapere com'è andata?

Le foto alla prossima puntata!


*avete mai provato a leggere in una turca?

3 commenti:

Nick ha detto...

GRANDE!

Abbassare la qualità del blog + rendersi ridicoli all'estero + disegnino esplicativo per uscire dall'impasse..

Numero 1!!!

claudia ha detto...

si vede che la soglia di ascolto delle amiche della tua siura si è ridotta drasticamente.. se ogni tanto avessi prestato l'udito a noi, bifolchine, saresti partito munito di proiettili, qlli sicuri con tanto di posologia prescisa prescisa.. uè! attendo le fotuzze!!

Unknown ha detto...

Io tornerò con i miei racconti di viaggio parisien... intanto per rimanere in tema posso dirti che ho appena sganciato la bomba nell'Auberge de Cendrillon, tra un viavai di principesse... sai, quando la natura chiama... non so contro la stitichezza, ma contro la sindrome di montezuma posso procurare medicina tuniina di cui mi dicono miracoli di solidità... ok, ci sentiamo più avanti, che qui il wi-fi non viene proprio a buon mercato... :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...