giovedì 2 settembre 2010

Cosa resterà di quest'estate 2010

by Unknown
Secondo la mia esperienza Jesolana, quest'estate è stata l'estate di:

1. Caffè Zero.



Due anni fa si trovava solo in (pochi) autogrill e aveva allietato il mio viaggio in macchina verso San Nicandro. Quest'anno ce l'hanno praticamente tutti i bar Algida, tranne ovviamente i due bar Algida sotto il mio ufficio, mortacci loro.

+++++

2. Rispstik (a.k.a. Waveboard a.k.a. The Wave)



Visti a decine e decine in via Bafile, questi strani skateboard snodabili permettono al bambino di sfruttare baricentro basso e mobilità di bacino per "scodinzolare" a tutta velocità per le piazze jesolane. Le mamme dei suddetti bambini si preoccupano, gli anziani passanti maledicono sia i suddetti bambini, sia le suddette mamme dei suddetti bambini.

Se avessi 7-8-9 anni lo vorrei con tutto il cuore.

+++++

3. I Sandali-Stivaletto


(non vi metto quelli con le frange perché vi voglio bene)

Le calzature più brutte della storia, non contente di aver catturato sguardi imbarazzati l'estate scorsa, tornano alla ribalta anche nel 2010.
Niente da dire, Elio pensaci tu.

1 commento:

Anonimo ha detto...

..sono meglio quelli coi brillantini..le frange..tzè!
PS=..e i pantaloni bracaloni no?

styc

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...