lunedì 3 settembre 2007

Letture estive / libri

by Unknown
Ho approfittato della vacanza per "smaltire" un paio di libri della pila che si accumula sul mio comodino... Mai scelta fu più azzeccata:

1. Bilico, di Paola Barbato.

Image Hosted by ImageShack.us

Giallazzo come non ne leggevo da anni, atmosefere a metà tra Dexter e Almost Blue, è la storia della caccia a uno spietato serial killer da parte della dottoressa Giuditta Licari e del distretto di polizia in cui lavora come collaboratrice.

L'autrice è nella scuderia degli autori di Dylan Dog, e già si era fatta apprezzare per aver riportato in auge le storie dell'Indagatore dell'Incubo, dopo un periodo che definire di magra è davvero riduttivo. Sclavi scriveva bene (Non è Successo Niente era davvero bello), ma la Barbato scrive *davvero* Bene.



2. Cunnilingusville di Augusten Borroughs.

Image Hosted by ImageShack.us

Vita vera e peripezie amorose di un pubblicitario gay.
Sembra una cosa un po' già sentita, ma vi garantisco che in alcuni punti mi sono sorpreso a sganassare rumorosamente. Scrittura veloce e molto molto divertente. Ora credo che recupererò anche* Correndo con le Forbici Mano, da cui mi pare abbiano tratto anche un film, che narra dell'infanzia e dell'educazione dell'autore, tra madri alcolizzate e scenari da emergenza sociale.

* Ho questo difetto che quando trovo un autore che mi piace ho il bisogno di leggere il più possibile di quell'autore; a volte prendo delle sonore cantonate (ho letto un sacco di libri inutili di Irvine Welsh, dopo gli ottimi Acid House e Trainspotting); a volte invece mi va di lusso, quando trovo l'Autore Giusto (tipo Palahniuk, o quel genio di David Foster Wallace).

8 commenti:

Baron Von Blubba ha detto...

beh, "porno" di i.w. è stupendo...

Unknown ha detto...

E' che secondo me Welsh si è assestato sul cliché della violenza e del sesso estremo... se prendi gli ultimi romanzi e sottolinei tutte le volgarità più o meno gratuite... mamma mia... starò diventando bacchettone, ma dopo la meraviglia della novità dei primi romanzi è un po' tutto uguale...

l'impressione è che una parte della letteratura anglosassone che mi aveva fatto impazzire (Hornby, Welsh, Doyle) si sia un po' arenata.

PS: Baron Von Blubba, il tuo blog è un gran bel salto nel passato... ricordo la prima volta che sono entrato nelle porte magiche... grande!

Baron Von Blubba ha detto...

fra un po' ci arriviamo anche nel blog alle porte... e comunque sono sempre giacomo, quello di bb è un mio progetto parallelo e mi sono dimenticato di cambiare il profilo nel lasciare il commento... cazzarola ormai ho talmente tante pw a così tanti siti che mi incasino da solo... :D

io di welsh comunque ho letto solo porno e trainspotting (di gran lunga più bello il primo, seconod me), anche se come te soffro di questa fissa compulsiva molto giappo che mi fa ricercare più o meno tutto degli artisti che mi interessano (cosa che ultimamente sta un po' scemando, a dire la verità...)

apemaia74 ha detto...

Ciao fradeo,
nei miei 3 giorni di ferie a Jesolo ho letto "Il dardo e la rosa" un fantasy semierotico (la protagonista è una tizia è una specie di cortigiana masochista) che, come avrai visto, mi ha conquistato (per chi non lo sapesse, ho riconfermato il mio essere "culo pesante" passando circa 9 ore al giorno seduta in sdraio a leggere); ora sto leggendo il secondo episodio della trilogia, "La prescelta e l'erede" :)
So che penserai che a me piace solo "robaccia", ma se ti presto il fantasy, tu mi presti Bilico, vero? :D dai dai dai, lo sai che quando leggo la parola "serial killer" non resisto alla tentazione! E poi io i libri li tratto bene, mica faccio le orecchie alle pagine come la mamma! Quando posso passare a prenderlo? ;)

Unknown ha detto...

Il fantasy mi fa cagare ®

Bilico te lo presto lo stesso, non ti preoccupare.

apemaia74 ha detto...

Ho votato le uova :) cioè, sì, volevo dire le margherite ;)
Ho messo anche la virgoletta $ su "I'd buy it"...poi me la metto, GIURO! :D

Carlo Manara ha detto...

Solo una considerazione:

perché i libri fantasy devono essere per forza tutte trilogie (o alla peggio saghe?)

E' la vittoria dei personaggi sulla trama? Quella della trama sulla scrittura?

Del profitto sull'arte?

apemaia74 ha detto...

Cuggino, ma che ti sei fumato stamattina?
Sembri Marzullo...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...