giovedì 7 gennaio 2010

Anobii e le 5 stelle: era ora! (anche se!)

by Unknown

Da oggi il sistema di valutazione di Anobii passa da 4 a 5 stelle.

Molti si erano lamentati delle sole 4 stelle disponibili, tanto che i giudizi "4 stelle e mezza, due stelle quasi tre" si sprecavano.

Questa cosa interesserà - credo - neanche il 15% di voi, ma mi dà lo spunto per esporre una mia pippa mentale teoria sul metodo di valutazione sintetico in generale.

Il sistema 4 stelline (che riassumerei così: 1 stella: brutto - 2 stelle: mediocre - 3 stelle: buono - 4 stelle: ottimo) ha secondo me una buona idea di fondo: non è possibile che una cosa, che sia un libro, un film o una donna, ti lasci COMPLETAMENTE indifferente. Per quanto una cosa sia in teoria ininfluente sulla tua vita, comunque ti lascia un'impressione, in positivo o in negativo. Mi spiego: un film come Zatoichi Napoleon Dynamite mi ha lasciato indifferente (ok, sparate ora). Però ripensandoci mi viene da dire che magari quel paio d'ore sono state buttate via per un film che non mi ha dato nessuna sensazione positiva, quindi il giudizio "indifferente" ha comunque una piega negativa (=> 2 stelle).

La mancanza della stella intermedia era quindi comprensibile; tuttavia la semplificazione a 4 gradi di giudizio è molto limitante, dato che esclude automaticamente una valutazione "sufficiente" (se prendiamo la 3ª stella come "buono").

In questo la valutazione a 5 stelline è più completa:
1 stella: orrendo
2 stelle: bruttino
3 stelle: appena sufficiente
4 stelle: bello
5 stelle: capolavoro.

A meno che la 5ª stella non sia stata inserita per completare il giudizio positivo, e allora il giudizio rimarrebbe inalterato per le prime quattro stelle e completato dalla quinta stella (-> "capolavoro"). Mah.

[parentesi che non c'entra quasi davvero una mazza]
Ricordo che al liceo esisteva la "scala digitale" nella valutazione dell'avvenenza di una determinata ragazza. In pratica una ragazza era valutata "2 dita" se eri disposto a farti tranciare due dita in cambio di una bella scopata qualche momento di intimità con lei. Alcune ragazze erano fuori scala, e allora la disponibilità passava dalle dita alle braccia e alle gambe.

La scala digitale però non era efficace nel giudizio negativo, dato che nessuno sarebbe disposto a perdere neanche l'ultima falange del mignolo per trombarsi avere un momento di intimità con una bruttona.
[fine parentesi]

Il giudizio più completo, anche per una sorta di background scolastico che ognuno di noi ha, sarebbe quello in decimi, ma il problema, in questo caso, sarebbero le sfumature tra un giudizio e l'altro, tolti gli estremi che sarebbero in ogni caso chiaramente esemplificativi di un'esperienza disgustosamente brutta (1) o meravigliosamente fantastica (10).

Quindi, in definitiva, ben vengano le 5 stelle su Anobii, che rimane un ottimo servizio, e dopo le ultime migliorie inizia ad essere veramente fruibile, anche se mancano ancora delle cose da ottimizzare, dalla possibilità di ordinare i risultati di una ricerca per categorie (per edizione, per anno etc.), alla navigabilità da un utente all'altro.

Poi ci sono diversi utenti che usano il servizi solo per catalogare libri senza spendere due righe per commentare, non capendo che è la recensione ad essere alla base dellla godibilità di Anobii e dello scambio di opinioni. E' la recensione che mi incuriosisce e mi consente di scoprire nuove letture. Non guasterebbe neanche una cosa del tipo "se ti è piaciuto questo libro potrebbe piacerti anche quest'altro libro", sistema presente in altri lidi (amazon, imdb etc.)

3 commenti:

Unknown ha detto...

Una cosa che dovrebbero migliorare in fretta (dato che riguarda proprio il nuovo sistema di votazione) è la stabilizzazione del batch-rating: in pratica, in questi giorni, Anobii consente di ri-votare i propri libri con un'operazione che in teoria - ma solo in teoria! - dovrebbe farti risparmiare tempo, ma che in pratica è piuttosto fastidiosa, dato che ogni due "salva moddifiche" anobii si pianta e devi riloggarti.

Sarà un problema di questi giorni? Credo di sì, dato che come me migliaia di utenti saranno collegati e staranno cercando di aggiornare i propri giudizi alla luce del nuovo sistema.

E se tanto mi dà tanto saranno molte le madonne che voleranno in casa Brunoro, dato che la sua libreria du Anobii, per usare un eufemismo, è "abbastanza sostanziosa"... XD

Giacomo Brunoro ha detto...

E invece ti sbagli: sono riuscito a risistemare al volto tutte le votazioni senza problemi, anche se ho notato che il sistema era piuttosto lento e ho immaginato che si trattasse di un'accesso smodato di utenti al sito!
E per fortuna che hanno fatto il cambio in questi giorni in cui uno è anche disposto a perdere mezz'ora perché è tutto più blando, pensa se succedeva da lunedì prossimo o in piena settimana lavorativa!

Joe ha detto...

Mi riallaccio alla parentesi chenoncentrauncazzomachepiaceaigiuovani.

Noi all'università (badatebene non al liceo) avevamo creato una scala di classificazione estetica del mondo femminile (leggi grado di materassabilità), legandolo alla consistenza dei formaggi... O_0
Per cui si era creata una scala di 10 formaggi, dal più morbido (lo squacquerone) al più duro (lo stravecchio in vinaccia) e si commentava "quella tipa è un Taleggio", piuttosto che "un Grana" o "una Mozzarella"...
Tanto che poi il soprannome rimaneva.

Non so perchè ve lo dico... ma allora era molto divertente :\

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...