martedì 5 gennaio 2010

The Princess and the Frog

by Unknown


Ieri sera la famigliola se n'è andata a vedere la Principessa e Il Ranocchio.

Prima uscita al cinema in assoluto per Emma, mentre Carlotta per ovvi motivi anagrafici è rimasta a casa con la Nonna G.

Entriamo in sala, iniziano i trailer.
Emma: (il maiuscolo è internetticamente corretto...) "GUARRRDA CHE TELEVISIONE GRRRANDE!!!"

Finiscono i trailer, inizia la pubblicità (ditemi voi se anche al cinema bisogna sorbirsi venti minuti di pubblicità).
Emma "QUANDO INIZIA? E' QUESTO? E' QUESTO PAPA'? E' INIZIATO?"

Finisce la pubblicità e inizia il film: compare la sigla Disney, col castello e tutto.
Emma: "GUARRRDA!! EURODISSIN!!". Dovete sapere che la Graz ha inculcato in Emma l'equazione Castello -> Castello di Aurora -> Eurodisney. Quindi ogni volta che Emma vede un castello è convinta che sia Eurodisney.
Tant'è: entusiasmo alle stelle, la Graz già piange, i vicini già un po' si infastidiscono.

Parte il film; dopo un quarto d'ora siamo già alla seconda canzone, e il mio entusiamo inizia a scemare.
Non quello di Emma: "HAAAAAAA!!!" "GUARRRDA PAPA'!!!" "MAMMAAAHHAHAHHAAAA" "E' ANDATO A SBATTERE!!!" "HAAAAAAHAAA!!" e così via. I vicini iniziano a essere *davvero* infastiditi, ma Cazzi Loro: Emma è lo spettacolo nello spettacolo, e dopo cinque canzoni nella prima mezz'ora, per me, è un valido diversivo.
E poi se vai vedere un film per bambini alle 17.00 dovresti sapere cosa ti aspetta.

Il film tutto sommato fila via liscio: canzoni, musica, gente che si trasforma (ma va!) in ranocchio, canzoni, e personaggi voodoo con ombre che dovrebbero far paura ma invece non ne fanno poi tanta ("GUARRRDA!! SEMBRANO LE CRREATURE DI JACK!" dove Jack è Jack Skeletron di Nightmare Before Christmas, che Emma guarda da quando aveva un anno e che rappresenta il gancio ideale per sdrammatizzare momenti cupi di un film).

Poi, per semplificare, ancora canzoni, grossi cazzi per i protagonisti, un personaggio secondario che, come spesso avviene, ruba la scena ai protagonisti, canzoni, e un bel momento in cui sinceramente si ride parecchio guardando della gente che si dà delle gran mazzate, e qui come detto la sala ride, mentre Emma non solo ride, ma viene presa praticamente dalle covulsioni e ride per i successivi dieci minuti ripensando al tutto.

Poi (sempre semplificando) una Aretha Franklin - Maga Magò Buona, uno che muore (e qui perdo la Graz per un cinque minuti, seppellita dai fazzoletti), solita lotta finale e - chettelodicoaffà e nicknondirmichetirovinoilfilm chetuttiiclassiciconprincipessefinisconocosì - il più classico del Vissero Per Sempre Felici e Contenti.

Emma estasiata che esce dal cinema chiamandomi Naveen (il nome del principe) e chiamando se stessa Diana (la principessa in realtà si chiamerebbe Tiana, ma chisse).

Giudizio sul film: godibile, un po' troppe canzoni per i miei gusti, ma tutto sommato un bel film, via. Valore aggiunto? chiaramente l'animazione tradizionale, che di questi tempi strabilia come in tempi di animazione tradizionale aveva strabiliato Toy Story.

Giudizio sulla principessa: Nella classifica delle principesse ufficiali Disney la triade Biancaneve - Aurora - Cenerentola rimane chiaramente irraggiungibile, ma Tiana secondo me si piazza subito dopo, direi forse anche dopo Ariel ma sicuramente davanti al resto della banda (Jasmin, Mulan, Belle e Pocahontas).

Giudizio su Emma al cinema: temo che Emma, dall'alto dei suoi tre anni e mezzo, abbia colto sì e no un 50% delle cose che ha visto (ci sono riferimenti al denaro, che Emma non credo colga, ci sono riferimenti alla morte, idem, ci sono scambi di personalità dei personaggi, idem, alcuni sviluppi della trama sono un po' contorti per una bimba di tre anni e mezzo etc.)

Ah, e credo che anche la lezione morale che si deduce dal film (-> solo lavorando sodo, nella vita, si raggiungono gli obiettivi) sia passata in secondo piano, agli occhi di Emma, rispetto a "PAPA'!!! GUARRRDA IL COCCODRRRILLO SUONA LA TRRROMBA!!"

Ma comunque si è divertita parecchio, e ci siamo divertiti anche noi a vedere le sue reazioni davanti al film.

E poi tornare a casa felici e consapevoli che per la prossima settimana lei sarà Tiana e io il suo Naveen mi fa sentire bene.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...