giovedì 13 gennaio 2011

[RECE] True Grit a.k.a. Il Grinta

by Unknown
Hi there, sono Clarence Treshaun Powers Jr. Se volete sapere cosa ci faccio qui dovete leggere questo post.

In breve, sono un amico ammeregano di p!O che può vedere prima quello che voi vedete dopo. Film, Telefilm, cose così. (p!O mi ha chiesto anche qualche recensione di fumetti, ma non sono appassionato di fumetti, non so se ce la faccio).

Di cosa vi parlo oggi?

Di True Grit dei fratelli Coen, che da voi si intitolerà Il Grinta.

Ecco il trailer USA, per capire di cosa sto parlando.
(Rispetto all'ultima volta p!O mi ha imparat insegnato un po' di cose su blogger, quindi ho imparato a mettere i link).



Nota: cercherò di non mettere spoiler che p!O mi ha detto che lui fucking hates mal tollera gli spoiler e quindi ci provero a mettere nemmeno uno spoiler.

Let's stop beating around the bush e diciamo subito che True Grit è un bel film e un helluva grande western.

Contrariamente a quanto possa sembrare, il film non è un remake di True Grit Il Grinta del 1969, ma è un adattamento del romanzo da cui sono tratti entrambi. Anche perché rispetto al film con John Wayne, quello dei Coen Bros. finisce in modo diverso (niente spoiler, of course)

La trama ve la copio da imdb.com, dove sono molto bravi a riassumere le trame in poche righe: A tough U.S. Marshal helps a stubborn young woman track down her father's murderer.

U.S. Masrhal: Jeff Bridges, che dà al personaggio dello sceriffo una caratterizzazione a metà tra il badass e quello che ne ha viste talmente tante che non è più disposto al compromesso o alla buona educazione. Poi per me Jeff Bridges = The Dude, e riesco a vederci un po' di Lebowski anche qui. Ma sono io.
Stubborn young woman: una ragazzina semisconosc Hailee Steinfield, che debutta in questo film dopo un po' di corti e un po' di TV, e che è bravissima.
Poi c'è anche Matt Damon, nella parte di un ranger canadese che aiuterà i due a rintracciare l'assassino del padre della ragazza. Un ranger canadese dumb ass stupidotto ma mosso da alti valori di lealtà e orgoglio.

Tre attori che sono uno più bravo dell'altro (seriamente: se dovessi scegliere chi è più bravo tra Jeff Bridges, Matt Damon e la ragazzina di cui non ricord Hailee Steinfeld, mi troverei in seria difficoltà).

Perché sia un grande western è facile intuirlo: una storia che è a metà tra il bildungsroman romanzo di formazione e la grande avventura, personaggi dalle poche sfumature caratteriali e dal grande carattere (la bambina determinata, lo sceriffo disincantato e caustico, il ranger canadese very dumb ass stupidotto ma mosso da alti valori morali etc), grandi spazi e landsc paesaggi, le cavalcate,... tutti gli elementi tipici del genere, insomma, ben trattati.

Il valore aggiunto è dato dallo script e dalla regia dei Coen: dialoghi ottimi (una scena su tutte: la contrattazione), un po' di violenza, un po' di gore WTF (tipo quando Ro dimenticavo: no spoiler), l'antico testamento che permea il film dall'inizio ((la citazione iniziale da Proverbi 28:1) alla fine.

E poi c'è un scena stupenda di una cavalcata notturna, che ti rimane dentro.

FYI, c'è poi una curiosità: una buona parte dei personaggi maschi (i tre principali personaggi maschi, per dirne una) è affetta da prognatismo mascellare.

In conclusione: True Grit è un bel film, le due ore volano, ci sono personaggi che rimarranno nella storia del cinema western. Se fossi in voi mi fionderei a vederlo, quando uscirà in Italia.

See yoo soon!

Clarence T. Powers, Jr.

3 commenti:

Joe ha detto...

Trova: "è, ò, ù, à"
Sostituisci "e', o', u', a'"

Non ci sono nelle tastiere ammerigane :)

Clarence TP, jr ha detto...

Hi Joe, accentare le lettere (e') è un falso problema. Per gli accenti uso le combinazioni opt+lettera o opt+'+lettera.

Anyway (myob, smartass) grazzie mille!

Depression Tony ha detto...

PS non era un ranger canadese ma un texas ranger ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...